Drew Lab2

Drew Lab2 - Andrea Villanis

Andrea Villanis, in arte Drew Lab2, è una street artist napoletana, trapiantata a Berlino da quasi 10 anni. Ha definito così il nostro progetto: "Neapolitan Republic rappresenta, nel mio immaginario, un contenitore: il contenitore di quella che, al mio sguardo si presenta come una Proto-Napoli 2.0.
Napoli é una cittá dalle mille sfumature, la mia cittá, pur non vivendoci piú da oltre 15anni. É nata e rinata dalle sue ceneri piú volte, é precaria eppure immortale, siede alle falde di un vulcano, é multiculturale, irriverente e plurimillenaria (fummo edificati dai Cumani nell´ VIII sec. a. C.). Nei millenni tanto é stato scritto, cantato, detto e dipinto su/di Napoli.

In questi ultimi anni la cittá é evidentemente a un nuovo stadio della sua trasformazione e ogni trasformazione presuppone di per sé una dimenticanza.

Il grande intuito di un progetto quale quello di Neapolitan Republic é il voler aiutare a veicolare questa trasformazione: pur mantenendo un richiamo alla tradizione, il progetto tenta di fornire alla cittá un nuovo sguardo e nuove parole per sè stessa e su sè stessa e per farlo, sceglie di partire da artisti.


Da coloro che Napoli la amano da vicino o da lontano, da sempre o da „mo“, da chi ci é nato e cresciuto e da chi l´ha appena scoperta: dagli occhi e dalle bocche di artisti provenienti da tutto il mondo e da tutte le discipline. In un mondo dove tutti chiudono frontiere, Napoli apre ancora una volta le sue porte... la Sirena incanta ancora!"

ANDREA e NEAPOLITAN REPUBLIC

Per noi, Andrea, ha prodotto 3 caligraffiti che sono anche dei mandala, quindi una preghiera per la nostra città. Il mandala, infatti, é un simbolo/esercizio spirituale potentissimo, che focalizza l ́attenzione e definisce uno spazio sacro che aiuta la meditazione. Se guardiamo al significato della parola Mandala, vediamo che viene tradotto come cerchio o anche centro, ovvero, una rappresentazione essenziale e geometrica del mondo/cosmo, una sorta di cosmogramma che si struttura in modo molto preciso.

Simbolicamente, la cintura esterna del mandala è una sorta di barriera di fuoco che brucia l’ignoranza; la cintura successiva simboleggia l’illuminazione, poi una cintura di foglie evoca la rinascita spirituale; al centro di quest’ultimo cerchio si trova il vero mandala con le immagini degli dèi.

Andrea ha manipolato tale struttura, componendo i Mandala con parole, perché la parola crea e fonda: Napoli è lingua, parola, teatro, musica e suono! Eccoli qui sotto, Vesuvio, Storia e Neapolis.